Ricevere l’autorizzazione alla fruizione del Bonus Sud non implica che ci siano i requisiti di accesso all’agevolazione. Attenzione alla Revoca!

Attenzione alla Revoca! Presentare la domanda di accesso e ottenere da parte dell’Agenzia delle Entrate l’autorizzazione alla fruizione per il Credito di Imposta per gli Investimenti nel Mezzogiorno non vuol dire che ci siano i requisiti di accesso a questa agevolazione.

La stessa Agenzia scrive nel testo dell’autorizzazione: “Si comunica la fruibilità del credito di imposta, sempre che sussistano i requisiti previsti dalle vigenti disposizioni di legge”. Tutte le pratiche vengono controllate, al fine di appurare la presenza dei requisiti e verificare la regolarità della pratica.

Ne consegue che per evitare la revoca devono sussistere i requisiti

I Requisiti per Evitare la Revoca

L’accertamento si basa sul fascicolo tecnico post fruizione, contenente la documentazione che dimostra il diritto alle agevolazioni. In particolare, il fascicolo tecnico contiene:

  1. Il PROGETTO INDUSTRIALE che dimostri all’Agenzia delle Entrate che gli investimenti rientrino in una delle categorie previste dalle normative europee (Reg UE 651/2014):
    • creazione di un nuovo stabilimento;
    • ampliamento della capacità produttiva di uno stabilimento esistente;
    • diversificazione di uno stabilimento esistente;
    • cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo di uno stabilimento esistente;
  2. le caratteristiche dei singoli beni;
  3. la pratica di rendicontazione contabile delle spese effettuate.

Cosa succede in assenza dei requisiti?

Qualora, a seguito dei controlli, venga accertata l’indebita fruizione, anche parziale, del credito d’imposta per la mancanza dei requisiti, l’Agenzia delle Entrate provvede alla REVOCA del credito e al recupero del relativo importo, maggiorato di interessi e sanzioni secondo legge.

Una revoca impedisce per alcuni anni all’impresa di accedere a qualunque altra forma di finanziamento pubblico (fondo perduto, bonus, ecc.).

Attenzione alla Revoca: le conseguenze di carattere penale

L’Assenza dei requisiti di accesso al Bonus Sud non comporta solo la revoca e le sanzioni pecuniarie collegate, ma prevede anche conseguenze di carattere penale.

Il legale rappresentante può infatti incorrere nel reato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato (Art 316ter), e nel reato di truffa aggravata (Art 640bis) per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

L’impresa può subire le sanzioni pecuniarie e interdittive previste dal D.lgs. 231/2001 – Responsabilità penale delle imprese.

Come evitare la revoca

La normativa del Bonus Investimenti Sud è complessa, e le pratiche di finanza agevolata vanno gestite da professionisti.

In caso di indebita fruizione è possibile presentare una rettifica all’Agenzia delle Entrate, che previene l’utilizzo irregolare del Credito.

Gli esperti Mendelsohn (ingegneri di processo ed esperti in finanza agevolata) verificano la correttezza della pratica inviata, e seguono tutte le attività di monitoraggio della pratica: attività di controllo, rendicontazione, raccolta dei titoli di spesa, e molto altro! 

Bonus Investimenti Sud

Lo Stato paga l'innovazione della tua impresa!

L’Agenzia di Sviluppo MENDELSOHN può aiutarti ad accedere correttamente al Credito d’imposta per gli Investimenti nel Mezzogiorno (Bonus Investimenti Sud). Scopri tutte le informazioni su questa importante opportunità!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here