Dal 9 all’11 ottobre 2018 a Stoccarda si terrà una delle più importanti fiere della subfornitura aerospaziale. Entro il 22 giugno ci si può iscrivere con l’Agenzia italiana per l’export

Scade il 22 giugno il termine entro cui è possibile candidarsi ad Airtec 2018, fiera internazionale della subfornitura aerospaziale, usufruendo delle agevolazioni ICE. L’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, infatti, sta organizzando una presenza collettiva delle aziende del settore che operano in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. L’iniziativa rientra fra quelle previste nel Piano Export Sud (PES) 2, programma pluriennale di formazione e promozione finanziato con fondi UE, con una dotazione di 50 milioni di euro, e rivolto alle realtà produttive del Mezzogiorno.

Supply chain e tecnologia di scena alla fiera di Stoccarda

All’evento, che si terrà dal 9 all’11 ottobre 2018 nel Centro espositivo internazionale di Sindelfingen/Stoccarda, nel sud della Germania, le imprese selezionate saranno ospitate nello stand ICE “Italia” all’interno di uno spazio di circa 125 mq.

Giunta alla tredicesima edizione, la manifestazione è una delle principali rassegne per associare la tecnologia al business dell’intera supply chain del comparto. Prevede convegni e seminari tematici, ma ciò che la rende particolarmente interessante sono gli incontri B2B programmati in anticipo attraverso una piattaforma di matchmaking. Si tratta di appuntamenti, della durata di circa 30 minuti ciascuno, che si svolgono nello stand dell’espositore e che possono preludere all’eventuale stipula di successivi accordi commerciali. In quella sede si potranno incontrare buyer, supply chain manager, tecnici ed esperti in ricerca e sviluppo provenienti da tutto il mondo. Airtec 2018 si focalizzerà, in particolare, sulle seguenti aree della catena di distribuzione: design, engineering, leight weight components, materiali compositivi, additive manufacturing, industria 4.0, digitalizzazione, cabin interiors, elettronica, sensori, avionica, life cycle support.

Airtec, un’occasione per l’industria aerospaziale pugliese

L’appuntamento rappresenta un’occasione per l’industria aerospaziale pugliese, composta da produttori e fornitori di livello internazionale, come Alenia Aermacchi, Agusta Westland ed Elsag Datamat, solo per citare quelli più noti appartenenti al Gruppo Finmeccanica. Ma di tale filiera fa parte anche una dinamica rete di pmi specializzate nella subfornitura che, dalla relazione costante con i colossi presenti nel network, trae forza per consolidare la sua vocazione innovativa con progetti sostenibili. Secondo i dati del Distretto aerospaziale della Regione sul territorio si contano più di 50 imprese, per un totale di 5.000 addetti, che insieme generano vendite pari a un miliardo di euro. A questa platea, vero e proprio fiore all’occhiello del tessuto produttivo pugliese, si rivolge il format tedeso dell’ottobre prossimo. Chi desiderasse avvalersi del supporto dell’Agenzia ICE, dovrà compilare una scheda di adesione e versare una quota di 500 euro più Iva.

Per maggiori dettagli sulle modalità di iscrizione, clicca qui.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here